Nine Blacks, Nine Whites.

Evidentemente ci deve essere qualcosa sotto. Non sono un tipo da teoria dei complotti, ho sempre apprezzato la semplice verità dell’accade quel che accade e cerco (per quanto possibile) di ottenere quantità e qualità di informazioni adeguate prima di formulare qualsiasi ipotesi. Premetto anche di non prediligere innesti (?) culturali alla Sacher-Masoch, ho un istinto […]

Read more "Nine Blacks, Nine Whites."

L’abbecedario – Parte 1.

Sorvolo sull’allineamento di stamattina, sono riuscito a correre ma non come avrei voluto, persino con la migliore musica del mondo in cuffia. Mancava la spinta che proviene da dentro. Indi, cercherò di rendere questo Sabato più produttivo ripassando i nomi delle tecniche che ho visto fino ad ora, bellamente copiate dal Superbo Sito Shinseikai del […]

Read more "L’abbecedario – Parte 1."

Pieces of Eight

Come scrivevo sulla SocioRetePortinaia (Facebook), mai litigare con il pavimento. E’ come un soffitto, ma ha la cattiva abitudine di attirare i corpi (solidi, liquidi e umani) verso di sè a velocità sorprendente. Ieri sera ho sfidato il pavimento del Dojo ad una gara di velocità e ho perso per KO tecnico. La lezione che […]

Read more "Pieces of Eight"

Seventh Star

Lezione numero otto. Sette partendo da zero. Mi viene in mente che l’informatica è una disciplina dove uno zero è veramente qualcuno. Zero the Hero. L’inquietudine dello zero. E, in effetti, sono inquieto. L’allenamento, ed anche l’allineamento, vedi post precedente, consente di diminuire (e, con l’esercizio ed il talento, azzerare) il gap che naturalmente esiste […]

Read more "Seventh Star"

The sleeper must awaken.

E’ stato uno dei miei libri preferiti, da ragazzo. E’ stato (ed è ancora) uno dei miei film preferiti di sempre, anche se la trasposizione cinematica ed il suo apparente stravolgimento dei contenuti del libro non deve trarre in inganno. Ho scritto mille volte questa frase, prima sui diari, poi sulle lettere, poi su web, […]

Read more "The sleeper must awaken."

The Sixth Sense

Ogni allenamento nel Dojo è una ricchezza, è una enciclopedia che non riesco a leggere interamente, è un regalo che non vedo l’ora di scartare. L’allenamento nella mia solita palestra, invece, non ha più lo stesso sapore di prima. Se potessi utilizzare dei segnalibro, virtuali, sulla lezione di giovedì, li porrei sui seguenti capitoli: Il […]

Read more "The Sixth Sense"

Firth of Fifth

Grazie alla lezione di ieri ho ripreso (quasi tutta) la funzionalità delle braccia che era magicamente evaporata a 36 ore esatte dall’allenamento di sabato mattina. Queste poche lezioni (sei, a partire dalla zero) mi hanno mostrato le aree di apprendimento da ricordare, in base alla struttura della lezione (riscaldamento, tecnica, esercizi fisici, stretching) ed in […]

Read more "Firth of Fifth"

Third Eye

Il quarto allenamento [partendo dallo zero, il terzo :-)] mi ha fatto capire quanto sono lento e goffo grazie ad una telecamera posizionata in maniera inconsulta con l’approvazione del Sensei. Quello che per me sembra accadere a Velocità Smodata (“Ludicrous Speed“, ricordate Balle Spaziali?) in realtà è un semplice slo-mo alquanto mortaccino (termine preziosamente estratto […]

Read more "Third Eye"

Second’s Out

Ieri sera la terza lezione. La prima dove ho potuto apprezzare la componente tecnica (leggi: la prima dove sono riuscito a finire la fase di riscaldamento con ossigeno bastante per continuare) e dove il Maestro ha approfondito i “calci circolari”. L’esecuzione del movimento deve essere effettuata in maniera fluida, ruotando il piede di appoggio ed […]

Read more "Second’s Out"