Third Eye

Il quarto allenamento [partendo dallo zero, il terzo :-)] mi ha fatto capire quanto sono lento e goffo grazie ad una telecamera posizionata in maniera inconsulta con l’approvazione del Sensei. Quello che per me sembra accadere a Velocità Smodata (“Ludicrous Speed“, ricordate Balle Spaziali?) in realtà è un semplice slo-mo alquanto mortaccino (termine preziosamente estratto dal dizionario di Cambridge).

I movimenti di braccia e gambe che (io immagino) minacciosamente mulinano pronte per la battaglia sono in realtà movenze Chapliniane viste a 2 o 3 frames al secondo.

Sono costantemente affetto da rigor vitae (e quindi tendo a spezzarmi o a rimanere incastrato), non sono tonico e (soprattutto) sono leeeeeeeento.
Ogni mossa equivale a tre virgola cinque mosse dell’avversario.
Il percorso davanti a me è molto lungo. Never Surrender, mai arrendersi.
In uno dei prossimi post copierò i le tecniche di base ed i nomi associati, per averle sempre sott’occhio. Il lessico è importante, almeno conosco il nome della tecnica di base che sbaglio :-).
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s